Archivi del mese: maggio 2010

Tutti al festival!

Stasera al Festival Sociale delle Culture Antifasciste a Bologna ci sarà la presentazione di Stalag XB, dal 28 maggio al parco di viale Togliatti si svolgono diverse iniziative sul tema dell’antifascismo. Presentazioni di libri, spettacoli teatrali e concerti. C’è la cucina e si beve in compagnia aperto fino al 6 giugno. Tra le 19 e le 19,30 di oggi 31 maggio, inizierà la presentazione, oltre al libro parlerò del progetto “Una storia in viaggio – L’altra resistenza“.

Annunci

Disegni

Questo slideshow richiede JavaScript.

Disegni di qualche anno fa.

Pane e disegni

Ieri all’inaugurazione della bella mostra di Davide Reviati c’era questa fantastica forma di pane nel buffet. Non potevo non fotografarla prima che venisse tagliata. Pane che arriva dall’abruzzo. La serata è stata molto piacevole e Reviati ha dedicato i suoi libri e il catalogo stampato per la mostra da Ram Hotel. La mostra prosegue fino al 18 giugno, in mostra oltre alle bellissime tavole di “morti di sonno”, i quadri, gli schizzi e le belle azioni di goal. Insomma Reviati a tutto campo!

FIIIUUUUUU!!!! Rigore!

Quello del titolo sarebbe il fischio dell’arbitro e l’assegnazione del rigore, si tratta del Rigore di Robertino. La cosa diventa più complicata. Di quale Robertino parlo? Basta guardare il disegno e per molti il mistero è facile da scoprire, si tratta del Robertino disegnato da Davide Reviati. Rigore è il titolo della mostra che oggi , 28 maggio, si inaugura alla RAM, nello spazio RAM Hotel in via San valentino 1F a Bologna. Tantissime tavole della storia “Morti di sonno” edita da Coconino, schizzi preparatori e anche dei quadri. Ci saranno solo per l’inaugurazione le tavole, rilegate in modo originale dall’autore, di Tienanmen il libro realizzato per Becco Gialloe. I disegni di Reviati lasciano a bocca aperta, ti lasciano immaginare il mondo fantastico di quegli adolescenti che ritrae mentre giocano a calcio nel quartiere popolare di Ravenna. Ogni disegno racconta una storia, racconta una vita, difficile, semplice e ricca di emozioni. Il catalogo che è stato realizzato con venti disegni dell’autore, raccolgono molto bene l’essenza del suo lavoro e della sua ricerca. Mi viene da gridare FORZA ROBERTINO!!!!

Ciao!

Oggi dopo diversi giorni, che non scrivo sul blog, il mio primo pensiero va ad Anna. Chi ha letto Stalag XB l’ha vista disegnata in braccio al fratello Gioacchino prima che partisse per la Grecia. Purtroppo inaspettatamente ci ha lasciati. Sapevo che non stava bene e durante il nostro viaggio sulle tracce di Gioacchino, lei non ci ha potuto seguire. Mia mamma le ha raccontato del viaggio, e lei era molto contenta. Chiedeva se avevamo rintracciato il luogo dove Gioacchino è sepolto. In questo viaggio non lo abbiamo trovato, ma grazie a Martina, un’amica tedesca che ci ha accolto allo Stalag XB, abbiamo avuto notizie su come avviare le ricerche. Ha scritto qualche giorno fa a Bruno Vialli per dirgli che ci aiuterà. Mi dispiace non averle dato questa notizia in tempo. Pensando ad Anna, mi viene in mente la sua risata contagiosa e forte, lei sempre con la sigaretta accesa, vicino al mare dove da bambino con la mia famiglia andavamo a trovarla. In quella casa di Altavilla a ridosso del mare che una breve discesa portava agli scogli. Un mare blu e profondo. Ciao Anna!

Tra crescentine e fumetti.

Oggi per la festa Unità di primavera, presso il giardino Guido Rossa, via Lombardi angolo via Ferrarese a Bologna (quartiere Navile), presento STALAG XB, saranno pure in mostra le tavole del fumetto (si tratta di una selezione di episodi, stampati con i testi). A organizzare questo incontro è stato Michele Ravagnolo che ha partecipato alla prima presentazione quasi un anno fa e seguito l’evolversi delle iniziative nate attorno al libro. Proprio per questo stasera con me ci saranno Bruno e Silvana Vialli a raccontare del nostro viaggio e dei progetti futuri. Per chi si chiede cosa c’entrano le crescentine nel titolo, per i bolognesi è chiaro, chiarisco subito. In queste feste dell’Unità si mobilitano agilissimi anziani che preparano i classici cibi della cucina bolognese, dalle tagliatelle alle crescentine. Se c’è un posto dove mangiare bene è proprio in queste feste.

Ieri sera ho presentato STALAG XB, il mio fumetto, all’interno della quinta edizione di “Fili di Parole” presso la bella Villa Terracini, del comune di Sala Bolognese, organizzato da Hamelin. A condurre la presentazione, Emanuele Rosso, anche lui un fumettista. Era il secondo di tre incontri dedicati al rapporto tra fumetto e storia, il primo con Marino Neri, che ha esposto a RAM Hotel nel 2007, il prossimo 15 maggio sarà Michele Petrucci. Insomma in ottima compagnia, se non avete letto i loro ultimi libri vi suggerisco di farlo. IL RE DEI FIUMI di Marino e METAURO di Michele.

Sul viaggio.

Ripenso al viaggio e provo a riordinare le tante immagini che si sono presentate davanti ai miei occhi in quei cinque giorni. Siamo partiti con un’idea ben precisa di come presentare le informazioni già in nostro possesso (interviste, biografie, foto), mentre eravamo aperti a quello che la stessa esperienza del viaggio ci avrebbe suggerito per individuare lo stile narrativo da usare per raccontare ciò che avremmo visto in quei giorni. Ne abbiamo parlato in macchina durante il viaggio, ma già nelle nostre riunioni preparatorie, era evidente che non avevamo alcuna intenzione di cedere alla retorica sempre in agguato in contesti simili, ma raccontare la nostra esperienza con semplicità. Rendere evidente che quello che noi avremmo raccontato era solo un punto di vista personale e parziale, però un punto di vista condivisibile. I tanti commenti e i tantissimi contatti sul blog ci hanno confortato, incoraggiato. Disegnare per me è stato molto piacevole, ho preso tanti appunti, mi sono aiutato con le foto scattate dal cellulare. Ho fissato su carta dei momenti in cui mi sembrava convergessero approfondimento del fenomeno, emozioni e rielaborazione di ciò che provavo. Sul mio quaderno con una penna disegnavo e poi la sera nella stanza in albergo completavo con le ecoline acquarellata e il testo. Mario fotografava i miei disegni e li caricavamo sul server, poi Anedo a Bologna li metteva nella gallery del sito. Qui i disegni del 25 aprile e qui quelli del 27. Non sempre tutto era perfetto, il collegamento Internet andava richiesto in ogni hotel e non sempre lo avevano, strano per essere in Germania. Tutte le sere pensavamo all’articolo con il video da mostrare che potesse raccontare i momenti significativi della giornata. Scrivere il testo e caricare tutto sul server. Nei prossimi giorni completeremo con gli ultimi disegni, foto, video e pensieri.

Bremervörde – Napoli

Sono a Napoli, appena ieri mi trovavo a Bremervörde, un piccolo paese a pochi chilometri da Sandbostel, dove ho visto per la prima volta lo Stalag XB. Il lager che da’ il titolo al libro che ho disegnato sulla storia di Gioacchino Virga. Come abbiamo scritto nel blog del viaggio, quelle baracche sono esattamente quelle fotografate da Vialli. Mi ha fatto molta impressione vederle, in quel campo vuoto. In alcune siamo entrati. Questo viaggio è stato un crescendo di emozioni, ed è difficile raccoglierle tutte e riproporle con ordine. Insieme a Silvana, Bruno, Mario e Gisella abbiamo provato a raccontarle lasciando ai luoghi o alle persone incontrate il compito di farlo. Noi abbiamo costruito un percorso e messo appunti di immagini, frammenti di video, disegni e parole. Volevamo raccontarvi il viaggio soprattutto dal punto di vista emozionale. Leggere i tanti commenti, che ci sono stati lasciati sul blog, ci ha fatto un immenso piacere. Ci hanno dato la sensazione di condividere con voi la nostra esperienza giorno per giorno. All’inizio della settimana metteremo le foto, i disegni e i video raccolti.

Oggi qui a Napoli sono per il salone internazionale del fumetto, il Comicon, e a breve andrò al Castel Sant’Elmo dove si svolge l’iniziativa. Andrò allo stand della Becco Giallo a trovare Guido Ostanel e Federico Zaghis, gli editori, e a disegnare dediche a chi me lo richiederà, usanza tipica nel mondo del fumetto. Poi domani andrò a vedere la mostra dei disegni del mio libro presso la Feltrinelli.