Quel disegno che feci da bambino.

Circa una quindicina di anni fa ho ripreso a disegnare. Avevo smesso subito dopo l’accademia perché non mi dava più soddisfazione quello che facevo. Avevo deciso che non aveva senso il figurativo e pensavo corretto darsi all’astrattismo. Soltanto che quello che facevo non aveva un gran forza e un poco alla volta ho abbandonato la pittura. Poi quindici anni fa ho sentito la necessità di riprendere a disegnare con la china, la matita su carta. Mi ricordo che era estate e avevo preso questa decisione di ridisegnare e non l’ho fatto in modo semplice e naturale prendendo carta e penna ma andai in campagna dai miei e gli chiesi di comprendere il mio bisogno di isolamento e quindi di non organizzare incontri con i parenti che non volevo sentire neanche al telefono. All’epoca non esistevano i telefonini. Insomma per una settimana mi misi nella roulotte che loro tenevano in campagna a Petralia Sottana (Madonie) con tantissimi fogli e tanta china. Avevo deciso che per riprendere a disegnare dovevo partire da questo disegno che avevo realizzato quando ero bambino. Mi ricordo ancora, nel salone di quella grande casa di Palermo. Mi ispirai ad una foto, quello che faccio ancora adesso. A Petralia, tenendo bene in mento quel disegno, realizzai quasi un centinaio di disegni. Alcuni belli e molti brutti. Per me fu molto importante. Se state pensando: “ma quanto se la tira questo qui”. Lo so sono tutte pippe mentali ma per me importanti, niente di più e niente di meno.

Annunci

3 risposte a “Quel disegno che feci da bambino.

  1. L’isolamento è una cosa necessaria quando devo scrivere, ho capito bene cosa intendevi, non c’è nulla di strano (almeno dal mio punto di vista) ma in certi momenti si ha bisogno di avere attorno il vuoto e il silenzio per potersi ascoltare e esprimere quello che si sente. E oggi è sempre più difficile tra internet, telefonini e frenesie varie… si fa sempre più fatica. Saranno forse pippe mentali, ma importanti, ahinoi!

  2. Solo nel silenzio si può udire la vocina della nostra anima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...