Archivi del mese: novembre 2010

Schiarite in Val Padana

È passata una settimana e noto che la nebbia tende a diradarsi e le cose attorno a me prendono sempre più forma e soprattutto le lettere diventano sempre più leggibili. Rimangono banchi di nebbia in lontananza, macchioline nere fluttuanti e i colori sono ancora sbiaditi. Comunque la tendenza è al miglioramento. Dopo aver descritto il meteo personale riprenderò il mio blog. Ah, dimenticavo, il riferimento alla Val padana non ha nulla a che fare con ambientazioni leghiste, sono a Bologna e si parla di Lega Nord in ascesa pure da queste parti, ma semplicemente perché mi ricorda le previsioni del tempo che alla tipica frase “nebbia in Val padana” il mitico colonnello Bernacca alternava con “schiarite in Val padana”. Immagino che al meteo si continui a dire così.

Oggi alle 18,30 presento Stalag XB al centro Costa (davanti il Lumiere, via Azzo Gardino 48 a Bologna) un’iniziativa dell’ANPI Porto. Una data fissata da tempo con Renato Sasdelli dell’ANPI con il quale stiamo discutendo molto su altri progetti legati alla memoria.

Annunci

In riparazione…

A causa di un piccolo incidente (rottura di un capillare nell’occhio) attualmente non vedo quasi nulla. Trattandosi del mio, one good eyes, così sembra più simpatico, praticamente sono semi immobilizzato a casa. Se già avevo i miei problemi di vista adesso mi sembra un viaggio nella psichedelia pura. Provate ad immaginare di vedere tutto sfocato a tal punto che i confini tra gli oggetti si fondono tra loro e del liquido con filamenti neri fluttuanti si frappone tra voi e ciò che guardate. Bene, spero che tutto ciò passi così come è stato prospettato dai medici in 15 giorni. Per ritornare alla mia normalità. Però giusto perché non bisogna mai perdersi d’animo ho scoperto come continuare a stare in contatto e utilizzare il mio iPhone. Questo post l’ho scritto con un font a 56 punti schermo nero e testo bianco. Posso leggere le mail e scrivere, un po’ faticoso ma si fa. Poi c’è la fantastica opzione VoiceOver che legge tutto ciò che tocchi sullo schermo, una figata, fondamentale per i ciechi che già usano da tempo questa opzione della voce su altri modelli di cellulari. Infatti per loro non credo che il touch screen sia molto funzionale. Ho anche provato il comando del controllo vocale, dici un nome e lui lo chiama, a me non ha funzionato bene così mi sono partite telefonate a casaccio. Sono passati quattro giorni ma mi è già venuta voglia di disegnare. Carta pennarello e tanta fantasia e il cattivo umore va via…

Tonno tondo

Questo è la grafica del DVD che ho realizzato per il documentario “A tutto tonno” di Antonio Bellia, regista siciliano. Il tema è quello della pesca del tonno rosso. I  disegni che ho fatto qualche settimana fa sono legati a questo progetto. Non fanno parte dell’apparato video come pensato all’inizio ma diverranno qualcosa di autonomo.

RAM Hotel all’università

Lunedì 22 novembre parlerò dello spazio espositivo RAM Hotel presso “Lauf Exhibitions Course 2010 – visiting lecture”. Diversi incontri/lecture di addetti ai lavori nel campo artistico,
designer, grafici, editor di riviste e free press, art director, register museali etc. che affiancano le normali lezioni di Teoria dell’allestimento tenute da Cornelia Lauf  presso lo Iuav di Venezia. Facoltà di Design e Arti con sede Convento delle Terese. Immagino sarà molto bello.

Questi incontri hanno l’obiettivo di dare agli studenti uno spettro maggiore di ciò che l’ambiente artistico può offrire, ed in previsione di futuri sbocchi lavorativi. A contattarci è stata Arianna Callegaro che conosce bene il nostro spazio espositivo. Mi fa piacere che un’esperienza così piccola come la nostra possa essere di molto interesse.
Porterò i cataloghi che realizziamo per le mostre e parlerò di come abbiamo portato fino ad ora questa esperienza che è curata e ha visto la partecipazione oltre che mia, quella di Andrea Bruno,  Paolo Parisi, Antonio Piro, Michelangelo Setola e Sandra Sisofo e di tante altre persone.

Come evadere le tasse, una conferenza!

No, non sono impazzito, ma oggi mi è arrivata una mail assurda. Non potevo non condivederla, sarà che non c’è più nessuna morale ma addirittura un convegno.”I PARADISI FISCALI NEL 2011 E LE SOCIETA’ OFFSHORE”, all’inizio ho pensato ad un convegno sulla criminalità nel mondo della finanza, ho tolto i riferimenti reali perché non vorrei fargli pure della pubblicità.

Continuate la lettura…

“Ricordiamo che il giorno xx xxxxxxx 2011 presso il xxxxxxxxxxxxxxxxi di Lugano nella Svizzera italiana, a solo 60 minuti di auto da Milano, si terrà in data unica la Conferenza dal  titolo  “I PARADISI FISCALI NEL 2011 E LE SOCIETA’ OFFSHORE” Un’intera giornata che  permetterà di avere le giuste informazioni su argomenti di forte attualità, interesse e di futuro business per la Vostra Attività. 

Nel corso dell’intera giornata di “Conferenza Pratica” verranno trattati ed approfonditi i seguenti punti:

SOCIETA’ OFFSHORE: COSA SONO, COME SI COSTITUISCONO E DOVE – LA PIANIFICAZIONE E L’INGEGNERIA FISCALE – L’ELUSIONE FISCALE – I PARADISI FISCALI: COSA SONO, DOVE SONO E CHE USO FARNE – LA TASSAZIONE DEI PARADISI FISCALI – TRUST E TUTELA DEI CAPITALI E DEI BENI – PROTEGGERE I PROPRI BENI IN ITALIA E ALL’ESTERO – EVITARE SEQUESTRI FINANZIARI E DEI CREDITORI – COME PROTEGGERE L’ANONIMATO.

Forse non tutti sanno che:

Costituire una Società Offshore con C/C oppure averne una “chiavi in mano” costa meno di € 2.000…
Un’Azienda per trarre benefici dall’Ingegneria Fiscale è sufficiente che fatturi anche solo € 50.000 all’anno…
Operare con una Offshore non è illegale…

Visiti il nostro sito web all’indirizzo: xxxxxxxxxx

Informazioni al Numero Verde gratuito dall’Italia 800 xxxxxxxx  oppure: xxxxxxxx

Il numero dei partecipanti è limitato,
ed è perciò necessario prenotare con sufficiente anticipo”

Mi auguro che si tratti di una performance alla Luther Blissett.

 

Scrivere per il web

Poco prima di cominciare il corso.

Ieri è iniziato un nuovo corso in RAM, tutto dedicato al web e alle risorse open source della rete. Questo è un corso di base, sono 5 lezioni tenute da Anedo Torbidoni insieme a Genesio Baiocchino e Antonella Scialdone. Loro rappresentano web-libero con loro stiamo lavorando a nuovi progetti di formazione sul web. L’idea è quella di far capire le opportunità della rete. Non è un corso tecnico. Il prezzo è di 60 euro serve per farsi un’idea e questa per web-libero è già la sesta edizione. Non è facile far capire subito che non stiamo proponendo un corso per fare siti ma un luogo dove mettere a fuoco le potenzialità dei mezzi offerti gratuitamente in rete per poter costruire personali strategie di marketing, ebussiness, ecommerce. Si parla di open source perché è lo spirito giusto per lo sviluppo di qualsiasi progetto in rete, infatti la parola chiave è “condivisione”.

C@ffè letterario

disegno di Otto Gabos

Oggi vi segnalo questa iniziativa c@ffe letterario.BO che nasce su Repubblica Bologna a cura di Alberto Sebastiani, firma nota per chi “bazzica” le pagine della cultura bolognese su Repubblica. Questa idea di raccogliere le tante presentazioni che si svolgono a Bologna mancava. O meglio, non manca una agenda online degli appuntamenti, ce ne sono diverse, ma manca un luogo dove poter scambiare quattro chiacchiere su questi incontri. Un luogo dove poter continuare i discorsi aperti con le presentazioni. Insomma un caffè letterario. Da oggi me lo tengo come home page di apertura, così non potrò più dire “a Bologna succede mai gnente…”.

Li’l Abner quando la traduzione fa la differenza

Ieri, durante il Cesena Comics, insieme a Fabio Gadducci e Andrea Plazzi avendo qualche ora prima dell’incontro con Davide Osenda, abbiamo pensato che “da poeri fioli foresti” non potevano far di meglio che entrare in una fumetteria. Dal quale io sono uscito con una pubblicazione di Li’l Abner,
personaggio dei fumetti creato nel 1934 da Al Capp. Tutto contento mi pregustavo la lettura nel treno di ritorno. Purtroppo grande la delusione quando mi sono accorto che la traduzione non era quella fantastica di Ranieri Carano che con la sua commistione di parole e frasi liberamente tratte dai nostri dialetti, ha interpretato in modo delizioso il linguaggio degli abitanti del miserabile villaggio montano di Dogpatch.
“…come dice lori- non è affare nostro qua su, quel che fa lori, la’ giù!!” se non è poesia questa, è qualcosa di simile.
Qui potete trovare un approfondimento su Li’l Albner. Ne avevo sentito parlare da Mirko Tavosanis di questa storia della doppia traduzione che ne ha determinato l’esito tra il pubblico nostrano. Infatti la prima traduzione era in un italiano standard che non dava bene idea del linguaggio originale, successivamente è grazie alla felice intuizione di Ranieri Carano che la storia riscuote grande successo, pubblicato sulla rivista Linus.
Qui potete leggere una vignetta tradotta da Ranieri Carano

Mentre questa qui sotto è tradotta in italiano standard.

Cesena Comics, fumetti che passione!

Tornato da Cesena Comics, belle giornate. Diversi incontri e tanti amici in giro per Cesena. Io sono stato ospite del liceo Righi che ha organizzato due incontri uno dietro l’altro perché erano tanti gli studenti. Insieme a me Elisa Rocchi, la macchina da guerra del Cesena Comics, la professoressa Roberta Ravaglioli che conosceva molto bene l’argomento dell’Internamento dei militari italiani e al secondo incontro ha partecipato anche l’assessore alla cultura del comune di Cesena Daniele Gualdi, che aveva letto il libro, il suo intervento ha toccato anche l’attualità e mai retorico. La mia sensazione è stata di avere a che fare con delle classi preparate e sicuramente molto disposte all’ascolto. Eppure non sempre è stato leggero l’incontro per via del tema. Poi i ragazzi si avvicinavano e mi hanno chiesto alcune dediche e fatto alcune domande, gli insegnanti molto gentili, mi hanno anche regalato delle pubblicazioni della scuola. Oramai sono veramente tanti gli incontri che ho fatto per presentare Stalag XB ma mi riserva sempre emozioni nuove. Un grazie speciale a Michele che mandava le immagini seguendo il mio intervento e a tutti i volontari del festival che mi hanno accolto con tanta simpatia.

Ho visto diversi incontri e autori tra venerdì pomeriggio e sabato. Piero Ruggeri, Roberto Grassilli, Gianni Barbieri, Giacomo Nanni, Matteo Casali, Andrea Plazzi, Fabio Gadducci, Denis Madri, Tuono Pettinato, Maria Teresa Soldani, Gianluca Pagliarani, Simona Bassano Di Tufillo, Davide Osenda, Paolo Bacilieri e ne dimentico sicuramente qualcuno.

Stalag XB a Cesena Comics

About Us

Oggi parto per cesena, perché domani mattina presento Stalag XB presso il Liceo Righi di Cesena. Questa è un’iniziativa che fa parte del Cesena Comics che ha già cominciato con le sue attività e ne ho parlato in questo blog a proposito della mostra di fotografie di Alessandro Pedrelli. A questo festival ci saranno parecchi autori e da ciò che mi raccontano, per me è la prima volta che vado, sta diventando sempre più interessante. Ho sentito spesso Elisa Rocchi che insieme all’associazione Barbablu sta organizzando il festival e hanno preparato una super accoglienza a noi autori, mi sento una star. Scherzi a parte, sono molto contento di confrontarmi nuovamente con gli studenti di un liceo. L’ho fatto a gennaio a Monterotondo in provincia di Roma. Inoltre sono stato già contattato da un papà perché figlio di ex internato militare. Così è nata l’occasione per inserire nel sito 8settembre1943.info la biografia. Insieme potete vedere anche alcune foto di lettere originali mandate dal lager da Giovanni Bottignole ai parenti.