Le grandi mostre di Vinci e Muñoz

Giovedi sera è stata la grande serata della mostra d’inaugurazione del festival, anzi delle mostre. Infatti le mostre sono due, quella dell’autrice cagliaritana di nascita ma bolognese di adozione Vanna Vinci el’argentino José Muñoz. Tanta gente e come al solito è impossibile vedere la mostra, ma un’idea ce la si può fare per poi ritornare a vederla con calma. Tante chiacchiere e tante facce che rivedi in queste belle occasioni. Come al solito Hamelin ha dato il meglio per l’allestimento della mostra. Credo sia fondamentale distinguere tra una mostra dove si trovano tanti disegni appesi uno dietro l’altro e un’esperienza espositiva creata dalla sistemazione ragionata dei disegni e intermezzi grafici che mettono in risalto i disegni stessi. Condivido molto questa impostazione espositiva, per me una mostra è una nuova opera che mette in risalto al meglio l’opera dell’artista esposto. Ovviamente deve esserci un equilibrio tra disegni e elementi di accompagnamento che sono fondamentali per capire meglio l’autore. D’altra parte se uno vuole solo guardare le tavole definitive c’è il libro (stampa, rivista, giornale) che è l’opera principale per un fumettista. Le foto non rendono molto, ma a breve verranno pubblicate sul blog di BilBOlbul.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...