Archivi categoria: Formazione

A scuola di videogames

-1

Il 2 e il 3 luglio si terrà un corso di GRAFICA 2D per Adventure Games / Hidden Object tenuto da Marco Tamagnini dello studio RAM per Videogame@School. il corso si terrà presso la scuola l’Istituto Aldini-Valeriani/Sirani di Bologna e organizzato da Ticonblu società bolognese che produce e pubblica videogiochi didattici sui temi della Cittadinanza: Educazione Stradale, Educazione Ambientale, Salute e Prevenzione, Cittadinanza, Legalità, Media-education. La loro creatura più importante è Nicolas Eymerich, un Adventure Game e Interactive Novel. La storia di un Domenicano durante la Santa Inquisizione. Un personaggio tratto dai libri dello scrittore Valerio Evangelisti.
Torniamo al corso in oggetto, con questo workshop di due giorni di livello professionale verrete a conoscenza di come si costruiscono ambientazioni 2D per gli Hidden Object, giochi molto diffusi e in crescita nel mercato dei videogames. Lo studio RAM collabora con Ticonblu nella realizzazione di questi scenari creati su molteplici livelli e contenenti molti oggetti che devono essere selezionati e scoperti dai giocatori. Si userà Adobe Photoshop ad un livello molto avanzato per il fotoritocco e l’uso di strumenti elaborati per la costruzione di scenari credibili ed efficaci. l’uso della luce e  l’integrazione dell’oggetto (deformazione prospettica, luci e ombre sullo scenario), gli oggetti avanzati, gli oggetti in “vista ravvicinata” e tanti altri dettagli per realizzare un hidden object. L’obiettivo del corso non è quello di dare un infarinatura ma permettere a chi sa usare Photoshop di poterci lavorare da subito. Andate a leggere tutto il programma direttamente da qui.

Annunci

Il lettering nel corso di linguaggi del fumetto

Sono già 3 anni che insegno Lettering al biennio di Linguaggi del fumetto dell’Accademia di Belle arti di Bologna. Il lettering per il fumetto è da sempre il lavoro che mi identifica nel mondo del fumetto. Da quando nel 1995 con Andrea Accardi ho aperto lo Studio RAM per cominciare l’avventura del lettering digitale. Oggi non mi capita quasi più di fare materialmente del lettering, mi occupo di elaborare font per il fumetto, organizzare il lavoro dello studio, di comunicazione sul web, qui trovate tutto. Il lavoro si trasforma e sempre nuove sono le sfide che si presentano. Qualche anno fa, quando ho saputo che in Accademia cercavano un insegnante di lettering, ho pensato che poteva essere un’esperienza interessante. In fondo dovevo raccontare ai ragazzi il lavoro che da anni svolgevo tutti i giorni.
Devo ammettere che il primo giorno d’insegnamento ero emozionato e in parte preoccupato, tornavo da insegnante nello stesso luogo dove ero stato da studente. Poi, non sapevo bene che tipo d’esperienza mi sarei trovato ad affrontare, una cosa è svolgere la professione del lettering ed un’altra è insegnarla . Oggi, appena terminati gli esami da qualche giorno del terzo anno d’insegnamento, mi sento molto soddisfatto per questa bella esperienza. Penso che insegnare è sapere ascoltare e ridefinire costantemente nuovi obiettivi insieme agli studenti. Penso di esserci, almeno in parte, riuscito, a confermarlo è l’entusiasmo degli studenti quando guardiamo il loro lavoro. Il confronto con i ragazzi mi ha dato molti stimoli e tanta voglia di continuare questo lavoro. Ogni anno modifico il corso, aggiungo o tolgo qualche passaggio, faccio piccole variazioni per dare il meglio nel tempo a mia disposizione.
Mi piace soprattutto quando gli studenti dopo un lungo percorso di disegno a mano libera delle lettere e il processo di digitalizzazione tramite il programma FontLab, scoprono con gioia di avere realizzato qualcosa che non immaginavano di poter fare. Vedere il loro font nei loro fumetti, poter variare il disegno delle lettere, adattarlo alle loro esigenze, aggiungere qualità al loro lavoro è un piccolo traguardo che li aiuta nel loro percorso di ricerca sul linguaggio del fumetto. Da poco è nato il sito del corso dove è possibile vedere i lavori degli studenti del biennio e dove è possibile farsi un’idea del lavoro che realizziamo insieme agli altri docenti. Da qui lo potete visitare.

Mentre nel blog paroledisegnate vengono pubblicati e commentati i font degli studenti. Nell’immagine la foto delle prove di disegno realizzate da Lucréce (Lucrezia Buganè).

Antonio Basoli e i suoi disegni

20120423-092302.jpg

Oggi pomeriggio verrà presentato in Accademia di Belle Arti a Bologna l’edizione stampata della Persia immaginaria tratta dai quaderni di disegno di Antonio Basoli, professore di Ornato dal 1834 al 1848 presso l’Accademia di Bologna. I quaderni di disegno sono molto belli e ricchi di dettagli, è stato un vero piacere poterli vedere e sfogliare. Bellissime scenografie, paesaggi, le armature, i vestiti antichi. Un’archivio dell’immaginario del mondo. Chissà se Magnus l’ha utilizzato per disegnare il suo oriente?  Il progetto è di Paola Bristot, docente di Storia della Grafica realizzato con la collaborazione di Eleonora Frattarolo, responsabile del Gabinetto dei Disegni e delle Stampe e Fabia Farneti, responsabile dell’Archivio Storico. Il mio studio si è occupato della parte grafica.

Il lavoro è stato affascinante, il problema fondamentale era scannerizzare degli antichi quadernoni di disegni. Abbiamo trovato uno studio specializzato nella scansione proprio di antichi documenti A. M. Image di Bologna. Infatti non era possibile usare uno scanner piano per questi antichi volumi. L’A. M. Image ha utilizzato un laser speciale che ha permesso la scansione a libro aperto.

Poi noi abbiamo realizzato il progetto grafico e impaginato i disegni e mandato in stampa il lavoro. A questo lavoro hanno partecipato diversi ragazzi tirocinanti dell’Accademia, Nicolino Picone, Marta Rossignoli e Davide Bonazzi. Oggi sarà un’occasine speciale perché alla presentazione alle ore 15 in aula magna in Accademia, Eleonora Frattarolo mostrerà alcuni dei quaderni di originali, conservati presso il Gabinetto dei Disegni e delle Stampe, da cui è stata tratta la pubblicazione destinata, in primis, agli studenti dell’Accademia di Belle Arti, come nelle intenzioni del professor Antonio Basoli.

x

Laboratorio teorico-pratico individuale sul web

Ogni tanto torno sul progetto Scrivere per il web che già da diversi anni affronta la tematica del web non tanto dal punto di vista tecnico ma da quello delle idee e dei contenuti. In RAM proseguono i corsi di base e il laboratorio, ma nel 2012 inauguriamo il Laboratorio  individuale con lo stesso percorso didattico del Laboratorio con più partecipanti. Ci siamo accorti che molti non riescono a partecipare per via degli orari che proponiamo, tardo pomeriggio-sera, e allora abbiamo pensato di concordare dei percorsi individuali nel tentativo di rispondere all’esigenza di chi necessita di orari flessibili e su misura. In questo caso gli obiettivi del modulo sono individuali e quindi più mirati.

Nel frattempo ancora per questa settimana sono aperte le iscrizioni all’edizione del Laboratorio in partenza il prossimo 2 febbraio, il sito
di riferimento resta sempre lo stesso Scrivereperilweb.web-libero.it Continua a leggere

Lavori in corso

20111001-090355.jpg
Sono le 8,36 e già fuori dall’ingresso della RAM ci sono ad aspettarmi i cartogessisti e il fabbro arrivati in anticipo. Ecco la prima figuraccia della giornata, ho cercato di giustificarmi ed ho aggiunto altre gaffe. Ho detto che ero al bar a prendermi un caffè. Mi hanno guardato con la benevolenza che si ha quando si compatisce qualcuno che con tutta la volontà possibile cerca di fare qualcosa ma non ne ha le capacità. Io arrivare in orario.
Mi sono dato subito da fare a spostare tavoli e lasciare lo spazio di manovra per il montaggio di una nuova parete in RAM.
Infatti abbiamo deciso di suddividere ulteriormente lo spazio per permettere l’avvio dei nuovi corsi dedicati al web e ai workshop dell’Associazione Illustratori che si terranno prossimamente. Manteniamo lo stile attuale dello studio molto luminoso, infatti metteremo una parete con vetrata. Spero che l’effetto finale sarà piacevole e gradevole. Abbiamo in mente prossimamente parecchie attività tra cui le mostre di RamHotel e quelle della grafica. Aspettatevi grandi novità sul fronte del lettering, il nostro cavallo di battaglia e sulla consulenza web che procede molto bene. Lo spazio nasce anche dall’esigenza di creare una zona riunioni e redazionale lasciando lavorare il settore della grafica con la necessaria tranquillità. Descritta così sembra che stia parlando della RAM international Company mentre è tutto molto più mini mini.
Comunque mi sono spostato dalla zona lavori per non intralciare.

Per fare un blog, ci vuole un albero…

No, non sono impazzito, gli alberi non c’entrano nulla, ma i blog si. Anzi il web, infatti siamo a settembre e come ogni anno, si avviano i motori della ripartenza post vacanze. Anche quest’anno la RAM in collaborazione con il gruppo Web-Libero organizza due nuovi corsi del progetto Scrivere per il web: la nuova edizione del Corso di Base, che ha l’obiettivo di definire gli aspetti da affrontare ed i problemi da risolvere nel momento in cui si decide di portare il proprio progetto sul web, partirà il prossimo 5 ottobre, mentre quella del Laboratorio teorico-pratico, che prevede un ampio ricorso alle esercitazioni pratiche, in modo da consentire ai partecipanti di arrivare alla definizione ed eventuale pubblicazione del proprio progetto web, inizierà il 3 novembre.

I due corsi hanno un costo, rispettivamente di 50 euro + IVA e di 300 euro +IVA, per coloro che hanno partecipato al Corso di Base, l’eventuale iscrizione al Laboratorio prevede uno sconto pari alla quota pagata.

Scrivere per il web è un percorso formativo che ha l’obiettivo di fornire gli strumenti teorici e pratici per lo sviluppo e la gestione di progetti web avendo come punto di riferimento l’applicazione open source WordPress.

Gli incontri si svolgeranno con cadenza settimanale presso la RAM in Via San Valentino 1/f a Bologna.

Per ulteriori dettagli e per le prenotazioni il sito di riferimento è http://scrivereperilweb.web-libero.it

L’idea di questo tipo di attivita è quella di creare un laborstorio teorico-pratico che discuta e crei progetti intorno al web e alle tematiche dell’Open Source. Infatti, abbiamo iniziato a lavorare alla realizzazione di un manuale su wordpress in italiano come strumento a supporto dei nostri corsi, il tutto sarà fruibile dal sito http://www.manualewordpress.it/ quanto prima.

In occasione di questa ripartenza lo spazio della RAM sarà rivisto e riorganizzato anche fisicamente proprio per dare autonomia alle attività dei corsi che a partire dall’autunno non saranno più solo quelli di Web libero, lo spazio sarà ripensato anche per la sua possibilità di ospitare attività proposte e promosse da altri, con questo spirito si sta avviando la collaborazione con l’Associazione Illustratori la quale aprirà le sue attività a Bologna il 15 e 16 ottobre con il workshop alla RAM di Stefano Faravelli – Il piccolo contiene il grande, il mondo in un taccuino. Il workshop sarà preceduto dall’inaugurazione della mostra delle sue opere alla galleria Terre Rare di Via Carbonesi venerdì 14 ottobre.

Per quel che riguarda il nostro gruppo di lavoro, sempre in collaborazione con l’Associazione Illustratori il 26 e 27 novembre, presso la Libreria Books Import a Milano ci sarà un workshop dal titolo Autori di immagini e web 2.0 – Sviluppare un progetto web utilizzando risorse gratuite (open source) corso che vorremmo replicare all’inizio del prossimo anno anche a Bologna.

Di seguito il link al programma dei corsi in collaborazione con L’Associazione Illustratori

E’ ora disponibile anche la pagina facebook di Web Libero attraverso la quale daremo comunicazione su tutte le nostre attività e progetti futuri, aspettiamo la tua adesione,

Chi bene comicia è già a meta dell’opera, si dice così e lo dico pure io.