Archivi categoria: Fumetto

(s)trip to Gaza al TTFF Terra di Tutti film festival, Bologna

Massimo GiaconContemporaneamente alla mostra di Pietrasanta si terrà anche a Bologna la mostra delle stampe delle opere di (s)trip to Gaza, pencils not bombs. Precisamente al TTFF Terra di Tutti Film Festival arrivato all’8a edizione e organizzato dal GVC e Cospe dal 8 al 12 ottobre. Un festival di documentari e cinema sociale del sud del mondo. L’inaugurazione del festival parte proprio con la mostra e sarà l’8 ottobre alle 18,30 al centro sociale TPO che ospita una parte del festival, l’altra si svolge al Lumiere. La mostra sarà visitabile sia l’8 che il 9 in via Casarini 17/5.

Mi fa piacere che l’iniziativa nata a fine luglio con un passaparola tra autori del fumetto e dell’illustrazione, a seguito dei bombardamenti israeliani sulla striscia di Gaza, sta continuando sotto forma di mostra. la raccolta fondi continua e proseguirà speriamo fino alla vendita di tutte o quasi le opere.

Le opere sono visibili e in vendita su Comicout.

Il bel disegno nel post fa parte della mostra ed è di Massimo Giacon.

 

(s)trip to Gaza in mostra a DoCartoon

DoCartoonDal 27 settembre fino al 12 ottobre, la mostra che è nata dall’iniziativa (s)trip to Gaza, pencils not bombs è visitabile a Pietrasanta in Versilia per il DoCartoon il festival del documentari animato e del fumetto non fiction.

Qui il link con i dettagli della mostra e qui avevo parlato dell’iniziativa (s)trip to Gaza, pencils not bombs

(s)trip to Gaza, pencils not bombs

striptogazaQuesto è il titolo di un’iniziativa degli autori di fumetto e dell’illustrazione per la raccolta fondi per gli ospedali e i presidi medici di Gaza. L’idea è nata dopo aver visto un articolo su fumettologica su un’esperienza simile nata nel 1988 e riproposta nel 2002, ne parlo qui. Purtroppo passano i decenni e la situazione palestinese-israeliana tragicamente peggiora, non s’intravede un barlume di luce ma un conflitto generalizzato e distruttivo si è allargato in tutta la zona del medio oriente.
Insieme a diversi autori abbiamo creato prima un gruppo e poi una pagina su facebook per mettere a punto l’iniziativa per coinvolgere altri disegnatori, fumettisti a realizzare un disegno da mettere in vendita on line e raccogliere i soldi da destinare all’associazione Terre des hommes che sta coordinando gli aiuti umanitari nella striscia di Gaza. In questi articoli su ComicOut che partecipa attivamente con Laura Scarpa e in questo su Redattore Sociale si parla di questa piccola, ma speriamo sempre più grande, azione di sostegno concreto alla popolazione di Gaza martoriata dai bombardamenti.

L’invito a tutti coloro che non sono autori ma anche agli autori è quello di acquistare i disegni e comunque fare un versamento all’associazione Terre des hommes scrivendo nella causale “strip to Gaza”.

Qui la pagina facebook dove trovate l’appello e il regolamento per partecipare.

 

Ci siamo… Bilbolbul 2013

Anche quest’anno è arrivato il festival internazionale di fumetto Bilbolbul. Come dalla prima edizione lo spazio espositivo RAM Hotel è coinvolto con una mostra di un giovane autore. Si tratta di Berliac, trentenne argentino che attualmente vive in Norvegia. Ieri sera alla libreria Modo con Paolo Parisi e Gabriele Andreozzi ha raccontato il suo lavoro. Un personaggio interessante molto appassionato e deciso nell’affrontare dal suo punto di vista il mondo del fumetto. Sia per il segno grafico e le storie che racconta sia sul lavoro del fumettista e il rapporto con il mercato. Ieri sera era contento di parlare del suo nuovo progetto in mostra PLAYGROUND che ancora non è stato pubblicato.
Vi aspettiamo per l’inaugurazione sabato 23 febbraio alle 19 RAM Hotel Via San Valentino 1F a Bologna.

Rullo di tamburi, squillo di trombe…

20120911-221048.jpg

è in arrivo il manuale del lettering, parole disegnate nel fumetto, edizione Tunué.

Dopo un lento e lungo periodo di lavorazione ho tra le mani il libro a cui ho lavorato tanto. fa un certo effetto vederlo così tutto ben curato nella sua veste grafica. Dopo aver avuto davanti gli occhi per tanto tempo il blocco notes dell’Iphone con il quale ho scritto tutti i testi del libro. Sono tante le persone che hanno collaborato e tanti i libri che ho comprato per farmi un idea dei tanti modi di fare lettering. Quello che non ho fatto è stato scrivere una storia del fumetto attraverso il lettering, ma ho attinto da diversi periodi storici e da stili più disparati. Ci saranno assenze più o meno clamorose e presenze di illustri sconosciuti ma ho messo tutto quello che ho ritenuto utile e necessario alla descrizione degli argomenti trattati. Ci sono due interviste molto interessanti a due esperti, Francesca Biasetton per la calligrafia e Andrea Accardi per un po’ di storia e suggerimenti sul lettering. Ad Accardi ho fatto un’intervista video e nel libro trovate i codici QRc per vederli direttamente dal cellulare. Qualcosa che può interessare a molti è la storia del letterista scomparso, colui che insegnò a Will Eisner a fare il lettering. Questa è stata una segnalazione che ha riportato Diego Ceresa, noto letterista, ad un bel dibattito tenutosi a Lucca durante il festival. Qui il link al libro dove trovate anche un’anteprima. Mentre da questo link andate al blog dedicato al lettering per il fumetto. Adesso che è terminata la fatica mi rilasso pensando alla prossima avventura che sarà un fumetto.

Stalag XB a Livorno

Il segno e la parola. Raccontare l’8 settembre. Questo è il titolo dell’iniziativa che mi vede coinvolto con il mio fumetto Stalag XB a Livorno. A più di 3 anni dall’uscita del libro continuano le occasioni per parlare della questione IMI tante volte affrontata in questo blog. Per me questo libro è stata l’occasione per scoprire una storia familiare e più collettiva che fino a poco tempo fa non conoscevo. Ma non sono il solo ad averla conosciuta molto tardi, infatti la storia degli internati militari italiani è una storia poco nota a dispetto del grande numero di persone coinvolte, più di 700.000 militari deportati. Ancora oggi mi capita spesso di ricevere mail di parenti di IMI che come me scoprono molto tardi la storia dolorosa del loro parente. Non è di rado che queste storie vengono fuori grazie a un diario o a qualche lettera ritrovata dopo la morte dell’ex deportato. Insomma storie nascoste o dimenticate perché quei militari al loro ritorno in Italia dai lager nazisti non furono degnati di alcuna considerazione. Il riconoscimento del loro ruolo di resistenti è storia di poco tempo fa. Di tutto questo ne parlerò a Livorno il 7 settembre – ore 16.00, presso la Circoscrizione 4 in Via Menasci, 4. Interverranno l’assessore Mario Tredici e Catia Sonetti che parlerà di cinema e memorie di fronte all’8 settembre. L’iniziativa è organizzata dall’Istoreco, dal Comune e dall’Anpi di Livorno. Qui tutti i dettagli.

20120904-224347.jpg

Stalag XB a Bolzano

Oggi 24 aprile sarò a Bolzano per presentare il mio libro Stalag XB, i frequentatori del mio blog lo conoscono abbastanza bene. Sono passati tre anni dall’uscita del libro e le presentazioni continuano e questo mi fa molto piacere.

La presentazione sarà, oggi martedì 24 aprile ore 17,30 presso l’aula magna del Liceo Classico “G.Carducci” in via Longon 3 a Bolzano. Ad organizzare l’iniziativa è il Liceo Classico “G.Carducci” e l’Associazione Ex Studenti Liceo Classico. Con me ci sarà anche Bruno Vialli.

Ringrazio anche Michele Ravagnolo che ha creato l’occasione per questo incontro.

Qui il sito del libro www.stalagxb.net

altri siti sul tema:

www.unastoriainviaggio.org

www.8settembre1943.info

BilBOlbul 2012 in RAM

Anche quest’anno è arrivato BilBOlbul con le mostre, gli incontri e i tanti appuntamenti del fitto calendario del festival del fumetto a Bologna. Lo Studio RAM nello spazio espositivo RAM Hotel ospiterà l’autore norvegese Bendik Kaltenborn ed ha già pronto il catalogo della mostra.

Questa volta la presentazione è stata affidata non ad un fumettologo come solitamente avviene per i cataloghi di RAM Hotel ma abbiamo chiesto ad un suo amico. Un amico che noi conosciamo bene perché lo abbiamo ospitato in mostra tanti anni fa, si tratta di Manuele Fior. Sul sito di RAM Hotel trovate tutti i dettagli, ma intanto vi anticipo che l’inaugurazione è SABATO 3 MARZO ore 19 in Via San valentino 1F a Bologna.

Vi aspettiamo insieme a Bendik che vi dedicherà il catalogo della mostra, che contiene una breve storia in 24 vignette.

Ci siamo quasi

Ultimamente sono un po’ latitante dal blog, ma il mio tempo al momento è per gran parte impiegato nella stesura di un libro. Sono quasi alla fine e la consegna si avvicina. Poi ci sarà un lungo periodo di controllo e rilettura. Si tratta del manuale del lettering per il fumetto. Ci sto lavorando da un anno e spero tanto che venga fuori un bel lavoro. Il libro verra pubblicato dalla Tunué. Una casa editrice conosciuta nel mondo del fumetto anche per il settore della saggistica dedicata al mondo delle nuvole parlanti. Ultimamente “fine settimana” fa rima con “a casa a scrivere”. È la prima volta che mi trovo a scrivere un manuale che ha la pretesa di essere anche qualcosa in più con una riflessione sul valore del lettering nel fumetto. Una breve storia della nascita della scrittura, dalle incisioni rupestri fino al digitale e tante immagini per capire e realizzare il lettering. Sicuramente, adesso che sono arrivato quasi alla conclusione posso dire che tutto ciò che ho fatto è ciò che non si deve fare quando si deve scrivere un manuale. D’altra parte c’è sempre “una prima volta” e per continuare sulla scia delle banalità “sbagliando s’impara” e qui mi fermo.
Quando ho fatto il mio fumetto avevo concluso con la medesima considerazione, ho fatto è ciò che non si deve fare quando si deve fare un fumetto. Speriamo che l’esperienza mi sia servita per i prossimi progetti.
Giusto per citare uno degli errori più gravi che ho fatto in entrambi i casi è stato leggere e guardare tanto materiale e non prendere mai appunti, sicuro della mia memoria. Potete immaginare le mie imprecazioni quando dovevo ritrovare dei testi o immagini da inserire nel libro.
Vabbé, spero di non aver dimenticato nulla di importantissimo e tra non molto vi darò specifiche maggiori. Se nel frattempo avete voglia di segnalarmi autori o disegni che ritenete fondamentali per il lettering potete scrivermi alla mia mail o lasciare un commento sul blog. Per chi non conosce il blog che ho aperto dedicato al lettering del fumetto può andare qui.

Ebookafumetti su twitter

Segnalo questa interessante discussione nata su twitter a proposito degli ebook a fumetti.

La discussione nasce da Becco Giallo che a dicembre ha lanciato alcuni ebook a fumetti e ne parlano sul blog riassumendo alcune posizioni emerse su twitter e diverse molto interessanti. Soprattutto la divisione tra fumetto puro e nuovi linguaggi possibili grazie alla multimedialità.

Io ne avevo parlato immaginando tre scenari possibili, soprattutto sull’onda comunicativa dell’Ipad.