Archivi tag: Open source

Laboratorio teorico pratico per il web

Tra pochi giorni partirà una nuova edizione del corso “Scrivere per il web”, un laboratorio teorico-pratico per lo sviluppo e la gestione di progetti web con riferimento a WordPress, l’applicativo open source. Il corso sarà di 8 incontri settimanali di 2,5 ore ciascuno, per un totale di 20 ore, prevede l’utilizzo del proprio pc per le esercitazioni pratiche che potranno svolgersi anche a partire dai progetti personali dei partecipanti. Il laboratorio, infatti, è organizzato in modo da consentire ai partecipanti di arrivare alla definizione ed eventuale pubblicazione del proprio progetto web.
Questo nuovo versante della RAM sta riscuotendo molto interesse. Tutti sentiamo parlare del web come luogo magico, ma a volte di fronte alla sua immensità si finisce per frequentare gli stessi luoghi e non afferrare quali opportunità offre questo mondo. Allora un piccolo aiuto per sviluppare progetti personali e/o professionali può essere l’occasione giusta per cominciare.

Gli incontri si svolgeranno presso la sede della RAM in Via San Valentino 1/f a Bologna, per saperne di più andate qui.

Annunci

Scrivere per il web

Poco prima di cominciare il corso.

Ieri è iniziato un nuovo corso in RAM, tutto dedicato al web e alle risorse open source della rete. Questo è un corso di base, sono 5 lezioni tenute da Anedo Torbidoni insieme a Genesio Baiocchino e Antonella Scialdone. Loro rappresentano web-libero con loro stiamo lavorando a nuovi progetti di formazione sul web. L’idea è quella di far capire le opportunità della rete. Non è un corso tecnico. Il prezzo è di 60 euro serve per farsi un’idea e questa per web-libero è già la sesta edizione. Non è facile far capire subito che non stiamo proponendo un corso per fare siti ma un luogo dove mettere a fuoco le potenzialità dei mezzi offerti gratuitamente in rete per poter costruire personali strategie di marketing, ebussiness, ecommerce. Si parla di open source perché è lo spirito giusto per lo sviluppo di qualsiasi progetto in rete, infatti la parola chiave è “condivisione”.