Archivi tag: Disegno

Ci siamo… Bilbolbul 2013

Anche quest’anno è arrivato il festival internazionale di fumetto Bilbolbul. Come dalla prima edizione lo spazio espositivo RAM Hotel è coinvolto con una mostra di un giovane autore. Si tratta di Berliac, trentenne argentino che attualmente vive in Norvegia. Ieri sera alla libreria Modo con Paolo Parisi e Gabriele Andreozzi ha raccontato il suo lavoro. Un personaggio interessante molto appassionato e deciso nell’affrontare dal suo punto di vista il mondo del fumetto. Sia per il segno grafico e le storie che racconta sia sul lavoro del fumettista e il rapporto con il mercato. Ieri sera era contento di parlare del suo nuovo progetto in mostra PLAYGROUND che ancora non è stato pubblicato.
Vi aspettiamo per l’inaugurazione sabato 23 febbraio alle 19 RAM Hotel Via San Valentino 1F a Bologna.

Annunci

Quel disegno che feci da bambino.

Circa una quindicina di anni fa ho ripreso a disegnare. Avevo smesso subito dopo l’accademia perché non mi dava più soddisfazione quello che facevo. Avevo deciso che non aveva senso il figurativo e pensavo corretto darsi all’astrattismo. Soltanto che quello che facevo non aveva un gran forza e un poco alla volta ho abbandonato la pittura. Poi quindici anni fa ho sentito la necessità di riprendere a disegnare con la china, la matita su carta. Mi ricordo che era estate e avevo preso questa decisione di ridisegnare e non l’ho fatto in modo semplice e naturale prendendo carta e penna ma andai in campagna dai miei e gli chiesi di comprendere il mio bisogno di isolamento e quindi di non organizzare incontri con i parenti che non volevo sentire neanche al telefono. All’epoca non esistevano i telefonini. Insomma per una settimana mi misi nella roulotte che loro tenevano in campagna a Petralia Sottana (Madonie) con tantissimi fogli e tanta china. Avevo deciso che per riprendere a disegnare dovevo partire da questo disegno che avevo realizzato quando ero bambino. Mi ricordo ancora, nel salone di quella grande casa di Palermo. Mi ispirai ad una foto, quello che faccio ancora adesso. A Petralia, tenendo bene in mento quel disegno, realizzai quasi un centinaio di disegni. Alcuni belli e molti brutti. Per me fu molto importante. Se state pensando: “ma quanto se la tira questo qui”. Lo so sono tutte pippe mentali ma per me importanti, niente di più e niente di meno.

Pesce morto

Arrivo!

China a pennello.

Pinocchio