Archivi tag: BilBOlbul

Ci siamo… Bilbolbul 2013

Anche quest’anno è arrivato il festival internazionale di fumetto Bilbolbul. Come dalla prima edizione lo spazio espositivo RAM Hotel è coinvolto con una mostra di un giovane autore. Si tratta di Berliac, trentenne argentino che attualmente vive in Norvegia. Ieri sera alla libreria Modo con Paolo Parisi e Gabriele Andreozzi ha raccontato il suo lavoro. Un personaggio interessante molto appassionato e deciso nell’affrontare dal suo punto di vista il mondo del fumetto. Sia per il segno grafico e le storie che racconta sia sul lavoro del fumettista e il rapporto con il mercato. Ieri sera era contento di parlare del suo nuovo progetto in mostra PLAYGROUND che ancora non è stato pubblicato.
Vi aspettiamo per l’inaugurazione sabato 23 febbraio alle 19 RAM Hotel Via San Valentino 1F a Bologna.

Annunci

BilBOlbul 2012 in RAM

Anche quest’anno è arrivato BilBOlbul con le mostre, gli incontri e i tanti appuntamenti del fitto calendario del festival del fumetto a Bologna. Lo Studio RAM nello spazio espositivo RAM Hotel ospiterà l’autore norvegese Bendik Kaltenborn ed ha già pronto il catalogo della mostra.

Questa volta la presentazione è stata affidata non ad un fumettologo come solitamente avviene per i cataloghi di RAM Hotel ma abbiamo chiesto ad un suo amico. Un amico che noi conosciamo bene perché lo abbiamo ospitato in mostra tanti anni fa, si tratta di Manuele Fior. Sul sito di RAM Hotel trovate tutti i dettagli, ma intanto vi anticipo che l’inaugurazione è SABATO 3 MARZO ore 19 in Via San valentino 1F a Bologna.

Vi aspettiamo insieme a Bendik che vi dedicherà il catalogo della mostra, che contiene una breve storia in 24 vignette.

Core ‘ngrato e Bat-Tota

Ho appena finito di leggere il Bat-pack di Alessandro Tota comprensivo di 4 comic book e una audio cassetta, di quelle di una volta, e mi sono divertito veramente tanto. Questa produzione, molto curata, è di Papier Gache, la rivista dell’omonimo collettivo di autori. Anche la rivista si presenta molto bene e mi ha molto divertito la storia di Bastien Contraire. La definirei la storia di un “core ‘ngrato”. Nell’immagine sotto un disegno tratto dalla storia. La rivista è curata da Volker Zimmermann, Romina Pelagatti e Bastien Contraire. Mentre per tornare ad Alessandro Tota, queste storie sono una bella interpretazione del mito del superoe. L’eroe dal volto umano, troppo umano e molto disperato, solo e a tratti patetico. Imprigionato da quella maschera d’eroe che non si stacca più dal volto. Depresso dal rimpianto di quei bei momenti passati con Robin, insieme in Finlandia, tra bravate e furtarelli. Robin, che si è fatta una famiglia, vera. È diventata mamma. Batman eroe di nome, ma semplicemente incapace di portare sulle proprie spalle il ruolo destinatogli e per questo cacciato via dalla Coconino Ent. da un incazzato più che mai Igort. Insomma non fatevi scappare questa divertente produzione artigianale. La trovate ancora oggi a BilBOlbul a Bologna. Oppure potete contattare direttamente Papier Gache, che è presente con una mostra a Elastico, Vicolo de’ Facchini 2/a (angolo via Mentana), Bologn, per BilBOlbul.

Luca Schenardi la mostra per Bilbolbul

Ieri è stata la serata dell’inaugurazione della mostra di Luca Schenardi, l’artista svizzero ospite in RAM presentato da BilBOlbul. Tantissima gente ha riempito il nostro studio che 3, 4 volte l’anno si trasforma in galleria e una delle volte è per BilBOlbul. Questa volta più del solito abbiamo spiazzato i nostri visitatori abituati a vedere fumettisti mettere in mostra, di solito, disegni a matita o china. Infatti Schenardi ha proposto delle opere in stampa digitale con interventi pittorici. I suoi lavori sono montaggi fotografici, li definirei così. Molto colorati e con un grande senso dell’ironia. Sono molto interessanti da vedere dal vivo e rendono molto con questo tipo di installazione che potete vedere nella foto. Le sue opere non sono delle provocazioni kitsch, assolutamente no, sono da guardare una per una per apprezzarne l’immagine, la composizione e il colore. Come scrivevo prima, tanta gente, tante chiacchiere tra un bicchiere e l’altro e del cibo che rendono molto conviviale l’evento. Noi della RAM ci teniamo soprattutto a una cosa, divertirci. Infatti queste mostre sono una bella occasione per rilassarsi e portare avanti questo nostro progetto di mettere in risalto giovani autori del fumetto internazionale. A fine serata siamo usciti dalla RAM e qualche strada più in la sulla parete vuota di un grande palazzo venivano proiettate le opere di Schenardi a dimensione enorme. Un bell’effetto realizzato dall’artista vj Boyled che la definisce “video bombing”. Sul sito di RAM Hotel presto metteremo tutte le foto, anche della proiezione.

Le grandi mostre di Vinci e Muñoz

Giovedi sera è stata la grande serata della mostra d’inaugurazione del festival, anzi delle mostre. Infatti le mostre sono due, quella dell’autrice cagliaritana di nascita ma bolognese di adozione Vanna Vinci el’argentino José Muñoz. Tanta gente e come al solito è impossibile vedere la mostra, ma un’idea ce la si può fare per poi ritornare a vederla con calma. Tante chiacchiere e tante facce che rivedi in queste belle occasioni. Come al solito Hamelin ha dato il meglio per l’allestimento della mostra. Credo sia fondamentale distinguere tra una mostra dove si trovano tanti disegni appesi uno dietro l’altro e un’esperienza espositiva creata dalla sistemazione ragionata dei disegni e intermezzi grafici che mettono in risalto i disegni stessi. Condivido molto questa impostazione espositiva, per me una mostra è una nuova opera che mette in risalto al meglio l’opera dell’artista esposto. Ovviamente deve esserci un equilibrio tra disegni e elementi di accompagnamento che sono fondamentali per capire meglio l’autore. D’altra parte se uno vuole solo guardare le tavole definitive c’è il libro (stampa, rivista, giornale) che è l’opera principale per un fumettista. Le foto non rendono molto, ma a breve verranno pubblicate sul blog di BilBOlbul.

Il festival di fumetto è iniziato

Oggi 2 marzo è iniziato ufficialmente BilBOlbul, il festival di fumetto internazionale. Le iniziative sono tante e non è possibile seguirle tutte. Oggi ho visto la presentazione del libro di Anna Politkovskaja di Francesco Matteuzzi e Elisabetta Benfatto edizione Becco giallo. era presente Matteuzzi, Andrea Bonzi de l’Unità e Marco Nardini. La presentazione si è svolta al Vanilla & Comics, il nuovo posto in via del pratello 100 dedicato ai fumetti all’interno di un piacevole bar. La presentazione è stata molto interessante, la storia della giornalista russa la conoscevo e avevo già letto il libro. Una storia molto forte anche se raccontata con delicatezza soprattutto quando gli autori raccontano della strage nella scuola di Beslan.

Subito dopo sono andato all’istituto Parri dove è stato presentato il nuovo libro di Sara Colaone, Ciao ciao bambina Kappa Edizione, una storia di migrazione italiana in Svizzera ambientato nel 1959. La storia parte da alcune foto che Sara conosce bene, perché sono quelle della sua mamma. Sara racconta questa storia che non è solo fatta di sofferenza come le migrazioni in genere ma ha rappresentato un’opportunità di emancipazione. Con Sara Colaone erano presenti Luca Alessandrini che ha raccontato il contesto storico e ha dato la sua lettura del libro. poi Francesca Decimo che ha interpretato la lettura della migrazione al femminile di questa storia. Luca Baldazzi che ha introdotto l’incontro e per finire abbiamo visto un video tratto da alcuni filmini degli anni 30 se non ricordo male, girati da una famiglia di emigrati che riprendevano i luoghi italiani per guardarseli negli USA dove vivevano. Nel blog di Sara potete ascoltare la colonna sonora del libro.

Poi di corsa in RAM perché è arrivato l’artista svizzero Luca Schenardi che ospitiamo nel nostro spazio espositivo RAM Hotel. Abbiamo scaricato le sue opere. La sua mostra si inaugura Venerdì 4 marzo.

Aspettando BilBOlbul a Bologna

A breve partirà la quinta edizione del Festival di fumetto internazionale BilBOlbul a Bologna, e anche quest’anno la RAM sarà impegnata in prima fila. RAM Hotel ospiterà l’artista svizzero Luca Schenardi. Il festival si terrà dal 2 al 6 marzo. L’inaugurazione da noi sarà venerdì 4 marzo, ma a breve vi darò tutti gli aggiornamenti possibili. Qui trovate il sito con tutte le informazioni del festival. La bella immagine del festival di quest’anno è stata raealizzata da Paper Resistance. tra gli autori in mostra José Munoz, Vanna Vinci, Otto Gabos, Brecht Evens, Grazia Nidasio, Mariana Chiesa Mateos, Caterine Sansone e Alessandro Tota, Paper Resistance e diverse altre mostre dedicate ad un pubblico di bambini.

Il festival di Internazionale a Ferrara nr1

Lo scorso fine settimana ho assistito a tre incontri interessanti al festival di Internazionale a Ferrara. Del primo “voyage en italie” ho visto solo l’ultima parte. Si trattava di un incontro con due fumettisti francesi, David B. E Emmanuel Guibert condotto dal super espertone Matteo Stefanelli. David B. Ha parlato della loro possibilità, come autori, di sperimentare nuovi modi di raccontare le loro storie grazie all’Association, storica casa editrice francese. Ha parlato del suo libro “il grande male”. La drammatica storia della malattia del fratello. Mentre Guibert ha raccontato del suo rapporto di amicizia tra lui e il protagonista del suo libro “la guerra di Alan”. Ho ascoltato come le parole dell’autore si caricavano di passione nel raccontare e di come la vera storia di Alan sia diventata una storia di Guibert. Raccontare la storia di qualcuno, indagare nella memoria di chi aiuta la ricostruzione di quella storia, impossessarsi di piccoli episodi di vita, creano un forte legame con il protagonista. E Guibert era molto appassionato nel suo racconto, ha usato parole molto coinvolgenti. Questo particolare mi ha colpito perché mi è sembrato di rivivere quella passione che mi ha coinvolto nel raccontare la storia di Gioacchino Virga nel mio libro Stalag XB. In questo caso, un mio parente mai conosciuto, che via via ne ricostruivo la storia sentivo sempre più la sua mancanza (Gioacchino è morto nel lager dove è stato deportato). Quel poco che ho sentito mi è sembrato molto interessante. Entrambi gli autori sono stati presenti con delle mostre alla quarta edizione di BilBOlbul, ed entrambi hanno pubblicato in Italia con Coconino. Sul sito di Internazionale potete vedere il video dell’incontro. Buona visione.