Archivi tag: Becco Giallo

Lucca comics and games 2011, si parte!

Anche quest’anno arriva inesorabile il Festival del fumetto di Lucca.

Si preparano i bagagli e si organizzano le giornate, quest’anno sono cinque, dal 28 ottobre al 1 novembre.

Quest’anno meno impegni ufficiali delle scorse volte, ma tanti incontri previsti, tra lavoro e piacevoli rimpatriate con i tanti amici del mondo del fumetto.

A parte la mia presenza stabile nello stand Becco Giallo, quella sarà la mia base per il festival. poi ho solo un incontro pubblico organizzato da Matteo Stefanelli sul tema del lettering. Ci saranno a parlare con me amici e professionisti del lettering manuale e digitale. Riporto dal sito del Lucca Comics.

Crisi nella repubblica delle lettere (disegnate).
Il lettering fra calligrafia, tipografia e software. Tra crisi e nuove opportunità.

Lunedì 31 Ottobre > Palazzo Ducale, h. 18.00

Un dettaglio tipico della grafica fumettistica, ma anche uno dei suoi mestieri più desueti: il letterista. Che si trova oggi investito da profonde trasformazione tecnologiche, professionali e artistiche. Una discussione sulle prospettive del lettering, tra i rischi della standardizzazione digitale e le nuove opportunità nell’epoca della personalizzazione tipografica di massa.
Modera: Antonio Dini (giornalista, antoniodini.blogspot.com)
•    Paolo Bacilieri (autore Sweet Salgari, Coconino Press)
•    Diego Ceresa (letterista per ed. it. Asterios Polyp)
•    Marco Ficarra (editor, fondatore RAM Studio)
•    Vincenzo Filosa (letterista, Studio Nora)
•    Marco Tamagnini (responsabile produzione, GP Publishing)

vista l’occasione del dibattito, ma già in rete è stato annunciato, posso dire che sto lavorando già da tempo ad un libro sul lettering. Ve ne parlerò più dettagliatamente. Molte cose che approfondirò nel libro già le tratto nel mio nuovo blog dedicato al lettering paroledisegnate.

Annunci

Blog, socialnetwork e pensieri estivi

Da quando è nato paroledisegnate, il nuovo blog dedicato al lettering, sento la necessità di ridefinire il terreno d’incontro con voi visitatori del mio blog.  Fino ad ora mi sono barcamenato tra fumetto e editoria, lettering e scrittura, tecnologia e il mio personale punto di vista sulle cose attorno a me.
Con l’arrivo di noicimettiamoilbecco molte delle mie energie si sono convogliate nella produzione d’approfondimenti e segnalazioni della ricca produzione culturale e sociale in rete, sull’organizzazione di nuovi progetti e proposte che dall’autunno caratterizzer‡ il sito targato Becco Giallo.

Ho iniziato questo post parlando del nuovo blog paroledisegnate, un luogo dove approfondire l’interesse verso il mondo della scrittura disegnata. Argomento abbastanza affrontato nel campo del design e molto meno in quello del fumetto. Ho scoperto con meraviglia che l’argomento suscita un inatteso interesse. Ad allargare l’attenzione contribuiscono alcuni post dedicati alla fine della scrittura a mano e all’alfabeto corsivo imparato a scuola da bambini.

A contribuire alla mia bassa produttività sul blog ha contribuito twitter.
Infatti, anche twitter assorbe molto della mia attenzione. In questo periodo su twitter sto seguendo molti blogger interessanti e i filoni del mio interesse sono diversi. Dal mondo del fumetto all’editoria in genere, dalla politica internazionale a quella italiana. Ciò che m’interessa di twitter è la possibilità di ricercare argomenti e trovare spunti interessanti. Soprattutto sono io che decido quali informazioni mi sembrano interessanti e quali utenti seguire. Non devo cercare tra le tantissime informazioni, commenti, video o segnalazioni su facebook che spesso trovo poco interessanti. Fb, lo apro più di rado, per verificare messaggi e commenti che mi riguardano personalmente. A proposito, avete notato che su FB ci auguriamo di rincontrarci con i vecchi amici e compagni di scuola, e quasi mai avviene? Forse su FB ci permettiamo di soddisfare il nostro superficiale bisogno di inondare con il nostro amore il prossimo. “Mi piace”, “mi piace” e “mi piace” e con un click ci sentiamo vicini al nostro amico al quale ricambiamo un suo precedente “mi piace” ad una nostra frase ad effetto. Non snobbo affatto FB perché mi ha permesso di conoscere tante persone e le rimpatriate virtuali con i vecchi compagni di scuola e amici di un tempo mi fanno molto piacere. Per chi non conosce il meccanismo di twitter, la differenza sostanziale sta nel fatto che non chiedi o ricambi l’amicizia a nessuno. Tu segui chi scrive cose che t’interessano e non è detto che questi ti seguiranno. Tu scrivi quello che a te interessa e qualcuno ti seguirà. Se ti chiami M.M. Lupoi, il gran capo del fumetto targato Panini, avrai 108.000 followers se ti chiami Marco Ficarra elimina gli ultimi tre zeri e i conti tornano.

Per ritornare sul tema ridefinizione del mio blog, aggiungo che continuerò a parlare dei miei disegni e dei miei fumetti. Attualmente sono anche quelli molto in calo e la responsabilità è anche al mio impegno sul fronte lettering. Al momento vi lascio un po’ in sospeso, ma presto vi descriverò per bene di cosa sdi tratta. Vi dico solamente che la mia estate la sto passando tra i libri. Unico indizio è il “Pogo” di Walt Kelly.

Non mancherò di continuare a parlarvi del mio Stalag XB e dei suoi continui sviluppi. A breve anche su questo fronte ci saranno delle interessanti novità. Giusto per rimanere sull’onda dei giochi per l’estate, l’indizio è questo: non sarà di carta.

Noi ci mettiamo il becco

Come avevo già scritto tempo fa in questo blog, la RAM (il mio studio di grafica e comunicazione editoriale) insieme a Web-Libero si sarebbe occupata della comunicazione online della casa editrice Becco Giallo, quella con la quale ho pubblicato il mio libro a fumetti Stalag XB (lo potete vedere nella colonna a destra). Tra i progetti in cantiere c’è stato fin da subito quello di creare un luogo che andasse al di la della stessa casa editrice. Un luogo dove poter sperimentare nuove opportunità che offre la rete, c così noicimettiamoilbecco adesso è online. Qui potete leggere il progetto e farvi un’idea più chiara di ciò che ci apprestiamo a fare. Il tema con cui si parte è tutto dedicato ai referendum imminenti del 12 e 13 giugno. Diverse informazioni, scritte da noi e raccolte in rete, tra cui un interessante video su Chernobyl oggi. Sicuramente, adesso, molto del mio impegno quotidiano sarà dedicato a questo nuovo luogo della rete ma soprattutto sarà dedicato alle relazioni, commenti, spunti e suggerimenti che nasceranno da tutti coloro che vorranno interagire con questo progetto. Spero che voi che leggete il mio blog darete un’occhiata a questo nuovo arrivato.

Qui il post di un po’ di tempo fa su Becco Giallo

Web-Liber.it il progetto per sviluppare idee e progetti attraverso il web di cui faccio parte, insieme ad Anedo Torbidoni webmaster di Noicimettiamoilbecco e di tutti i progetti web della RAM e responsabile delle strategie online di Becco Giallo.

Collabora al progetto Andrea Antonazzo per la cura redazionale del sito.

Io ci metto il Becco (Giallo)

Perché la RAM sarà insieme a Becco Giallo all’incontro di domenica 31 (ore 10 Camera di Commercio) a Lucca? Il titolo dell’incontro: Fumetti e web 2.0 – Nuova campagna promozionale online di Becco Giallo. È presto spiegato, infatti quello che potrete ascoltare è la presentazione di questa nuova collaborazione che vede la RAM occuparsi della comunicazione online di Becco Giallo. Spiegheremo la nostra strategia di promozione, parleremo di ciò che abbiamo già iniziato a fare e di quello che intendiamo fare. Ci tengo a dire da subito che non agiremo a forza di spot o spam ma il nostro sarà un lavoro lento di relazione con le comunità di interesse che la casa editrice stessa già incrocia. Il nostro compito sarà quello di mettere in comunicazione queste realtà con le tematiche affrontate da Becco Giallo e i libri realizzati, gli autori e la loro ricerca di narrazione e di segno. Insieme a me ci sarà Anedo Torbidoni di Web-libero con il quale abbiamo già inaugurato una collaborazione sul versante web e su quello della formazione. Al di la del fatto che sono coinvolto professionalmente, ritengo molto lucido e intelligente, in un momento così problematico per il fumetto e la cultura in genere, lo sforzo da parte della casa editrice di avvicinamento verso il potenziale pubblico di lettori. Questo lavoro di relazione può essere l’occasione di nuove opportunità progettuali. Questo lavoro di promozione si basa sulla produzione e confronto di contenuti. Contenuti che in rete viaggiano veloci con il rischio di passare inosservati. Noi vogliamo fare incontrare/confrontare questi contenuti tra loro. Con Guido Ostanel e Federico Zaghis gli editori di Becco Giallo abbiamo intrapreso un percorso interessante che prevede anche la elaborazione di nuovi progetti per le nuove piattaforme come IPad, IPhone, e simili. Per adesso posso dire siamo solo all’inizio.

Mauro Rostagno Prove tecniche per un mondo migliore

Bob Marley Coming in from the cold