Archivi tag: Bologna

In mostra

In occasione della Fiera del libro per ragazzi di Bologna in Ram abbiamo inaugurato la mostra di Arianna Vairo. Bell’allestimento e belli i disegni, un’autrice molto interessante e apprezzata.

La mostra in RAM fa parte di una rassegna di mostre curate da Zoo.

Qui di seguito alcune foto dell’inaugurazione e della mostra.

Per maggiori informazioni sulla mostra di Arianna potete andare qui.

Questo è il sito di Arianna

Annunci

A scuola di videogames

-1

Il 2 e il 3 luglio si terrà un corso di GRAFICA 2D per Adventure Games / Hidden Object tenuto da Marco Tamagnini dello studio RAM per Videogame@School. il corso si terrà presso la scuola l’Istituto Aldini-Valeriani/Sirani di Bologna e organizzato da Ticonblu società bolognese che produce e pubblica videogiochi didattici sui temi della Cittadinanza: Educazione Stradale, Educazione Ambientale, Salute e Prevenzione, Cittadinanza, Legalità, Media-education. La loro creatura più importante è Nicolas Eymerich, un Adventure Game e Interactive Novel. La storia di un Domenicano durante la Santa Inquisizione. Un personaggio tratto dai libri dello scrittore Valerio Evangelisti.
Torniamo al corso in oggetto, con questo workshop di due giorni di livello professionale verrete a conoscenza di come si costruiscono ambientazioni 2D per gli Hidden Object, giochi molto diffusi e in crescita nel mercato dei videogames. Lo studio RAM collabora con Ticonblu nella realizzazione di questi scenari creati su molteplici livelli e contenenti molti oggetti che devono essere selezionati e scoperti dai giocatori. Si userà Adobe Photoshop ad un livello molto avanzato per il fotoritocco e l’uso di strumenti elaborati per la costruzione di scenari credibili ed efficaci. l’uso della luce e  l’integrazione dell’oggetto (deformazione prospettica, luci e ombre sullo scenario), gli oggetti avanzati, gli oggetti in “vista ravvicinata” e tanti altri dettagli per realizzare un hidden object. L’obiettivo del corso non è quello di dare un infarinatura ma permettere a chi sa usare Photoshop di poterci lavorare da subito. Andate a leggere tutto il programma direttamente da qui.

Ci siamo… Bilbolbul 2013

Anche quest’anno è arrivato il festival internazionale di fumetto Bilbolbul. Come dalla prima edizione lo spazio espositivo RAM Hotel è coinvolto con una mostra di un giovane autore. Si tratta di Berliac, trentenne argentino che attualmente vive in Norvegia. Ieri sera alla libreria Modo con Paolo Parisi e Gabriele Andreozzi ha raccontato il suo lavoro. Un personaggio interessante molto appassionato e deciso nell’affrontare dal suo punto di vista il mondo del fumetto. Sia per il segno grafico e le storie che racconta sia sul lavoro del fumettista e il rapporto con il mercato. Ieri sera era contento di parlare del suo nuovo progetto in mostra PLAYGROUND che ancora non è stato pubblicato.
Vi aspettiamo per l’inaugurazione sabato 23 febbraio alle 19 RAM Hotel Via San Valentino 1F a Bologna.

Il lettering nel corso di linguaggi del fumetto

Sono già 3 anni che insegno Lettering al biennio di Linguaggi del fumetto dell’Accademia di Belle arti di Bologna. Il lettering per il fumetto è da sempre il lavoro che mi identifica nel mondo del fumetto. Da quando nel 1995 con Andrea Accardi ho aperto lo Studio RAM per cominciare l’avventura del lettering digitale. Oggi non mi capita quasi più di fare materialmente del lettering, mi occupo di elaborare font per il fumetto, organizzare il lavoro dello studio, di comunicazione sul web, qui trovate tutto. Il lavoro si trasforma e sempre nuove sono le sfide che si presentano. Qualche anno fa, quando ho saputo che in Accademia cercavano un insegnante di lettering, ho pensato che poteva essere un’esperienza interessante. In fondo dovevo raccontare ai ragazzi il lavoro che da anni svolgevo tutti i giorni.
Devo ammettere che il primo giorno d’insegnamento ero emozionato e in parte preoccupato, tornavo da insegnante nello stesso luogo dove ero stato da studente. Poi, non sapevo bene che tipo d’esperienza mi sarei trovato ad affrontare, una cosa è svolgere la professione del lettering ed un’altra è insegnarla . Oggi, appena terminati gli esami da qualche giorno del terzo anno d’insegnamento, mi sento molto soddisfatto per questa bella esperienza. Penso che insegnare è sapere ascoltare e ridefinire costantemente nuovi obiettivi insieme agli studenti. Penso di esserci, almeno in parte, riuscito, a confermarlo è l’entusiasmo degli studenti quando guardiamo il loro lavoro. Il confronto con i ragazzi mi ha dato molti stimoli e tanta voglia di continuare questo lavoro. Ogni anno modifico il corso, aggiungo o tolgo qualche passaggio, faccio piccole variazioni per dare il meglio nel tempo a mia disposizione.
Mi piace soprattutto quando gli studenti dopo un lungo percorso di disegno a mano libera delle lettere e il processo di digitalizzazione tramite il programma FontLab, scoprono con gioia di avere realizzato qualcosa che non immaginavano di poter fare. Vedere il loro font nei loro fumetti, poter variare il disegno delle lettere, adattarlo alle loro esigenze, aggiungere qualità al loro lavoro è un piccolo traguardo che li aiuta nel loro percorso di ricerca sul linguaggio del fumetto. Da poco è nato il sito del corso dove è possibile vedere i lavori degli studenti del biennio e dove è possibile farsi un’idea del lavoro che realizziamo insieme agli altri docenti. Da qui lo potete visitare.

Mentre nel blog paroledisegnate vengono pubblicati e commentati i font degli studenti. Nell’immagine la foto delle prove di disegno realizzate da Lucréce (Lucrezia Buganè).

Risorse del web a Bologna

Segnatevi questo appuntamento: 11 aprile 2012 ore 20,

alla Biblioteca Ruffilli, nella Sala Multimediale in Vicolo Bolognetti 2, Bologna (primo piano). Si parlerà

di RISORSE del WEB.

Un’iniziativa di Web-Libero per parlare delle potenzialità del web. Troppo spesso si parla di internet come luogo misterioso o dalle mille soluzioni inaspettate e dal sapore magico. Il web è fatto da persone in carne e ossa e rispecchia quello che si muove nella società, o meglio, rispecchia quello che le persone che adoperano il web pensano e fanno.

Questi incontri saranno un utile occasione per avvicinarsi concretamente alle risorse che il web offre. Bisogna sempre partire da se stessi per poter comprendere l’uso che ognuno di noi può farne della rete. Il primo incontro verte sugli strumenti gratuiti per realizzare progetti web. Gli altri due su come aumentare le oppurtunità professionali utilizzando internet e un incontro sull’editoria digitale.

potete leggere tutti dettagli sul sito di Web-Libero.

Qui potete scaricare la locandina RisorseDelWEB

Condividete con chi pensate possa essere interessato a questi incontri.

MyBackPages

Vi segnalo MyBackPages questo interessante progetto di Emidio Clementi e Gianluca Costantini del Biennio specialistico “Linguaggio del fumetto” dell’Accademia di Belle Arti. Con la partecipazione degli studenti Davide Abbate, Michele Benincasa, Enrica D’Incalci, Elena Guidolin, Valentina Murphy, Gabriele Peddes, Davide Bart. Salvemini, Serena Schinaia, Valentina Viesti. Un esempio di come si possano realizzare dei progetti di collaborazione attiva tra studenti e docenti.

Ebook vs ereader!

Vi segnalo questa ricca sintesi sulle due giornate di sabato 7 e domenica 8 maggio, al Laboratorio Crash per Fahrenheit 451 il futuro del libro. Festival popolare per l’editoria digitale realizzata da Alberto Sebastiani sul suo blog caffeletterario. Come ha scritto, sono stati due giorni dove scrittori, operatori, studiosi, editori aperti al nuovo mondo si sono incontrati sul tema dell’ebook interrogandosi sul futuro del libro. Dal titolo molto eloquente Crash! L’ebook è nato, l’ereader è morto.il libro vince, dell’articolo di Sebastiani gli ereader non hanno riscosso grande successo. nella foto presa in rete un ereader di Amazon.
Ho partecipato con molto piacere a questa iniziativa e presto racconterò il mio punto di vista sull’argomento soprattutto dopo un ricco bombardamento di spunti e riflessioni emersi dalla discussione.  I complimenti vanno al Laboratorio Crash e Dans La Rue per aver organizzato l’iniziativa sperando che sia solo l’inizio di un lungo confronto. Intanto buona lettura.

Il futuro del libro


Sempre più diffusamente si parla di editoria digitale e il fenomeno ebook sta assumendo un ruolo commercialmente importante nel panorama editoriale. Però siamo ancora all’inizio e non è chiaro a quale formato tecnologico approderemo ma soprattutto quale sarà il lettore di domani, quello che deve ancora nascere. Allora, proviamo a capire meglio la questione distinguendo tra due approcci completamente diversi. Il primo sta cercando di traghettare l’attuale produzione cartacia verso il digitale, proponendo il file come nuovo “oggetto” da possedere, magari insieme al libro stampato. Con tutte le problematiche che un file digitale porta con se in termini di diffusione gratuita tramite copia illegale (pensiamo aila musica). L’altro approccio, più interessante dal mio punto di vista, è quello che parte dalla comunità dei lettori. L’incontro diretto tra autore e lettore o tra lettori come nuovo possibile percorso di condivisione tramite la rete, quindi l’ebook come esperienza di relazioni. Allora finirà il piacere della scrittura/lettura solitaria? No, non credo proprio, penso però che la condivisione di pensieri tra lettori e autori favoriranno la nascita e l’affermazione degli autori. Sarà dalla condivisione in rete che nasceranno le forme di retribuzione degli autori e degli editori. Tutto ciò coinvolgerà anche il fumetto che sarà il linguaggio che subirà più trasformazioni. Ne avevo parlato qui. Ne parlerò insieme a tante altre persone che si occupano di editoria e del digitale il 7 e l’8 maggio a Bologna a “Fahrenheit 451” l’iniziativa del Laboratorio Crash! e Infoshop Dans La Rue. Il video è una simpatica presentazione.

Aspettando BilBOlbul a Bologna

A breve partirà la quinta edizione del Festival di fumetto internazionale BilBOlbul a Bologna, e anche quest’anno la RAM sarà impegnata in prima fila. RAM Hotel ospiterà l’artista svizzero Luca Schenardi. Il festival si terrà dal 2 al 6 marzo. L’inaugurazione da noi sarà venerdì 4 marzo, ma a breve vi darò tutti gli aggiornamenti possibili. Qui trovate il sito con tutte le informazioni del festival. La bella immagine del festival di quest’anno è stata raealizzata da Paper Resistance. tra gli autori in mostra José Munoz, Vanna Vinci, Otto Gabos, Brecht Evens, Grazia Nidasio, Mariana Chiesa Mateos, Caterine Sansone e Alessandro Tota, Paper Resistance e diverse altre mostre dedicate ad un pubblico di bambini.

27 gennaio giorno della memoria

Il 27 gennaio, giorno della memoria, partecipo, con il mio libro Stalag XB, a due iniziative. A Bologna alle 19,00 con la presentazione del libro presso Vanilia & Comics in Via del Pratello, 100. Un nuovo luogo per il fumetto. Curato da Otago un’agenzia di promozione culturale a BOLOGNA.

Mentre sempre lo stesso giorno a Caltagirone in provincia di Catania si inaugura alle 18,00 la mostra “STALAG XB, storia di un non ritorno“. Una mostra ideata e realizzata da Silvana Vialli e da me.  Si tratta di 30 pannelli che raccolgono le tavole del fumetto e diverse foto di Vittorio Vialli alle quali mi sono ispirato per i disegni. Alcune tavole di introduzione che spiegano la vicenda storica degli internati militari italiani e le biografie di Gioacchino Virga protagonista del libro e Vittorio Vialli.  L’iniziativa è a cura di Sebastiano Favitta e Attilio Gerbino della GALLERIA FOTOGRAFICA LUIGI GHIRRI e si terrà presso la GALLERIA LUIGI STURZO di Caltagirone, dal  27 gennaio al 20 febbraio 2011. Il 19 febbraio per la conclusione della mostra ci sarà un incontro con le scuole ma di questo ve ne parlerò più avanti.

Spero che questa mostra continui a girare soprattutto nelle scuole dove è sempre molto necessario mantenere il ricordo di ciò che accadde. Non vorrei sempre cogliere l’occasione per parlare dell’attualità, ma il nazismo e il fascismo prima di essere stati quello per cui noi li ricordiamo maggiormente, campi di concentramento e di sterminio, furono anche momenti di grande acclamazione di masse popolari. Questo lo ribadisco per ricordare che non sempre è immediatamente visibile la tragedia che sta dietro quegli uomini che si vogliono imporre al di sopra delle regole della collettività.